Promozione Trenitalia - Città d’arte e termali toscane

Promozione del sistema ricettivo toscano delle città d’arte e termali

 

La Regione Toscana ha attivato il progetto Città d’arte | città termali, al fine di favorire lo sviluppo e la ripresa del turismo nelle città d’arte e termali della toscana attraverso la definizione di prodotti e itinerari tematici e integrati.

Toscana Promozione Turistica in coordinamento con la strategia di sviluppo turistico contenute nei documenti di programmazione, intende qualificare la promozione della Città d’arte (Firenze; Pisa; Lucca; Siena; Pistoia ed Arezzo) e termali (Montecatini Terme; Casciana Terme e Chianciano Terme) Toscane quali destinazioni turistiche sostenibili da comunicare, attraverso nuove forme di offerta, a livello nazionale e internazionale.

Trenitalia è interessata ad incentivare l’utilizzo del treno a fini turistici, culturali e per la fruizione del tempo libero.

Trenitalia e Toscana Promozione Turistica, con la sottoscrizione del “accordo commerciale tra Trenitalia S.p.a.  e Toscana Promozione Turistica per l’adozione di congiunte iniziative commerciali per le città d’arte e termali” hanno concordato di realizzare un progetto di campagna promozionale volta, da un lato, ad incrementare le presenze turistiche presso le strutture ricettive aderenti al progetto e, dall’altro, ad incentivare l’utilizzo del treno come mezzo di trasporto sostenibile per raggiungere le aree delle città d’arte e termali.

Le strutture turistiche che aderiranno alla presente campagna promozionale avranno diritto alla visibilità data dalla campagna fornendo di controparte le seguenti scontistiche sui soggiorni: 10% per un soggiorno di almeno tre notti, 15% per un soggiorno di almeno 7 notti e 20% per un soggiorno di almeno 14 notti secondo le modalità di seguito riportate.

L’elenco delle strutture ricettive che aderiranno alla proposta sarà inviato da Toscana Promozione Turistica a Trenitalia dopo la firma dell’accordo e in tempi utili per allestire la comunicazione commerciale attraverso i canali concordati tra cui il sito di Trenitalia e Vsittuscany.

Scarica la Circolare